Da Telecity

Salvato dalla casa dell'accumulatore seriale, cagnolino ora cerca famiglia

Sky si trova al canile rifugio “Cascina Rosa” di Alessandria in attesa che qualcuno lo voglia adottare

Salvato dalla casa dell'accumulatore seriale, cagnolino ora cerca famiglia
Pubblicato:
Aggiornato:

Entrati nell'appartamento, Guardie Zoofile e Carabinieri hanno trovato il cane e il suo proprietario chiusi in una stanza piena di rifiuti ed escrementi.

Cane e proprietario chiusi da un mese in una stanza

Era chiuso dentro una stanza, insieme al suo proprietario, senza uscire da circa un mese da un'appartamento ad Alessandria, Piemonte, ormai sommerso da rifiuti ed escrementi.

L'interno dell'appartamento

Sky, uno yorkshire di circa tre anni, è stato soccorso e tratto in salvo dalle guardie zoofile Oipa che, insieme a Carabinieri e 118, sono intervenute a seguito di una segnalazione.

Sky

Come racconta TelecityNews24, al loro arrivo, le guardie zoofile hanno trovato una situazione molto critica

"Chiuso all’interno di una stanza sudicia, dall’aria irrespirabile, il proprietario del cagnolino era a letto, tremante, in evidente stato di malessere. - racconta Oipa - Il pavimento e il balcone erano cosparsi di una quantità indefinibile di feci e urina, insieme a cumuli di lattine e bottiglie, fazzoletti e sacchetti sporchi. Accanto al letto, la cuccia del cane, anch’essa imbrattata dalle feci".

Il proprietario è stato soccorso dal personale del 1118 e portato in ospedale dove è stato ricoverato per gravi problemi di salute mentre, con il supporto del Comando dei Carabinieri di Alessandria, le guardie zoofile OIPA hanno proceduto al sequestro del cane. Dotato del microchip, ma privo di libretto sanitario, il cagnolino fortunatamente era in buone condizioni di salute.

Condotto presso il canile rifugio “Cascina Rosa” di Alessandria, Sky ora sarà sottoposto a visita veterinaria e alle cure del caso, in attesa di una famiglia amorevole che desideri prendersi cura di lui (per l’adozione scrivere a guardiealessandria@oipa.org).

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali