Attualità
Cattivi maestri

Prof in classe senza mascherina Ffp2: gli alunni se ne vanno, lei chiama la polizia e viene multata

Il caso modenese non è isolato. Anche a Crema una docente No vax ha mandato un (teatrale) messaggio agli alunni dopo la sua sospensione.

Prof in classe senza mascherina Ffp2: gli alunni se ne vanno, lei chiama la polizia e viene multata
Attualità 14 Gennaio 2022 ore 16:35

Due vicende emblematiche che non rendono onore alla categoria degli insegnanti. Due casi, uno a Modena, l'altro a Crema, accomunati dalla rivendicazione (con un certo orgoglio) di due insegnanti di rifiutare le disposizioni anti Covid. Soltanto che, soprattutto nel caso emiliano, la lezione l'hanno data gli alunni...

Professoressa rifiuta mascherina la Ffp2 e gli alunni se ne vanno

Una professoressa delle scuole medie Carducci, di Modena, si è presentata in classe, per il secondo giorno di fila, con una mascherina chirurgica e non con la Ffp2, come voluto dalle norme in vigore in virtù del fatto che si era registrato un caso di positività fra i ragazzi. Gli studenti di terza media non hanno abbassato la testa, invitando la docente ad indossare la Ffp2; la donna, come già accaduto il giorno precedente, ha opposto un netto rifiuto e criticato il Governo. Così i ragazzi si sono alzati dai banchi e hanno lasciato l'aula, mentre la docente li filmava e riportava una nota collettiva nel registro elettronico.

I minori si erano già confrontati con i genitori per capire quali decisioni prendere e - una volta fuori dall’aula - hanno informato la vicepreside e i docenti. Convinti a rientrare la prof, non paga, avrebbe insistito con discorsi negazionisti sul Covid. A quel punto gli alunni hanno chiamato i genitori per farsi venire a prendere.

Chiama la polizia, ma...

Ciliegina sulla torta: l'insegnante ha invece allertato le autorità ma la solerzia nel denunciare le si è ritorta contro. A scuola si è presentata la Polizia locale che ha sanzionato la prof  per la violazione delle disposizioni anti-Covid. E non è finita... si sarebbe inoltre scoperto che la donna fosse senza Green pass rafforzato, circostanza secondo la quale non avrebbe potuto proprio presentarsi a lezione. Un vero autogol. Accertamenti sono in corso.

Il caso cremasco: la teatrale rinuncia della prof No vax

A Crema, invece, una professoressa di una scuola superiore non ha potuto entrare a scuola perché non ha voluto vaccinarsi. Con un certo gusto per la teatralità la docente ha mandato una comunicazione ai suoi studenti per dire di essere stata "amorevolmente sospesa" per aver "rifiutato la benedizione del sacro siero".

"D'altronde io rispondo solo alla mia coscienza e dopo discernimento, a fronte di una situazione che sta degenerando evidentemente ( dove l'aspetto sanitario poco o nulla ormai c'entra), da persona libera esercito la mia volontà, costi quel che costi", ha scritto la docente.

Una posizione cui ha risposto anche il sindaco di Crema Stefania Bonaldi con un post su Facebook (poi eliminato a seguito di vibranti polemiche e liti tra i commenti)

"Forse, professoressa, si attendeva un premio alla carriera per essere una “tutta d’un pezzo”, anziché essere “amorevolmente” messa alla porta? Intanto, quale che sia la sua disciplina, credo sarebbe il caso orientasse il suo pensiero critico innanzitutto per approfondire ciò di cui parla con tanta, troppa disinvoltura".