Attualità
Sondaggio

Più di tre adolescenti su dieci litigano con i genitori No vax

Secondo i dati raccolti da Ipsos per Save the Children, il 64% è favorevole all'obbligo vaccinale mentre uno su dieci è certo che non si sottoporrà al siero.

Più di tre adolescenti su dieci litigano con i genitori No vax
Attualità 09 Novembre 2021 ore 08:42

Più di tre adolescenti su dieci litigano in famiglia per il vaccino. Ma non solo: più del 60% dei ragazzi sarebbe favorevole all'obbligo vaccinale per contrastare il Covid e solo uno su dieci è convinto di non vaccinarsi. Sono alcuni dei dati del sondaggio realizzato da Ipsos per conto di Save the Children.

Vaccini: 3  ragazzi su 10 litigano coi genitori No vax

Il dato più rilevante è sicuramente quello familiare. Alla domanda "In quale contesto ti è capitato di discutere maggiormente di vaccini e ricerca scientifica nell'ultimo anno?" il 45% dei giovani italiani menziona la famiglia. In 4 famiglie su 10 sono scoppiati contrasti sull'utilità dei vaccini e 6 adolescenti su 10 affermano che la principale ragione di contrasto è stata il loro essere a favore dell'immunizzazione da Covid.

Tuttavia, nella maggior parte dei casi, la famiglia non ha imposto il divieto di vaccinarsi: il 67% ha dichiarato di aver avuto libertà di compiere la propria scelta, invece, più di 3 adolescenti su 10 hanno dovuto affrontare contrasti in famiglia e insistere per poter fare il vaccino oppure gli è stato completamente vietato.  E queste situazioni non sono affatto nuove: sono numerosi i casi in cui è stato necessario l'intervento di un giudice per dirimere le questioni familiari legate ai vaccini, soprattutto quando le posizioni dei genitori erano differenti.

LEGGI ANCHE: Il giudice decide: 17enne potrà vaccinarsi anche se la madre No vax non voleva

La maggioranza favorevole all'obbligo vaccinale

Il 60% degli adolescenti dichiara di essere già vaccinato contro il Covid-19, un altro 30% afferma di farlo presto e soltanto 1 su 10 non ha intenzione di vaccinarsi. Per il 62% degli adolescenti è comprensibile che le persone si siano spaventate per regole come il coprifuoco, il distanziamento, l’uso delle mascherine, la didattica a distanza e per il 59% è comprensibile che le persone siano spaventate dal vaccino. Nonostante ciò, il 64% ritiene che, vista la gravità della situazione, sarebbe giusto introdurre l'obbligo vaccinale.

LEGGI QUI LO STUDIO COMPLETO

Il ruolo della scienza

Sul ruolo della scienza la maggioranza è concorde nel ritenerla fondamentale per sconfiggere il virus, e - altro dato positivo - molti dichiarano che la situazione li abbia spinti a informarsi in maniera consapevole. Il 73% degli adolescenti italiani dichiara di avere fiducia nella scienza per combattere la pandemia da Covid-19. Il 66% afferma che la pandemia l'abbia spinto a informarsi in misura maggiore sulle questioni scientifiche, ma spesso si sono sentiti confusi dalle informazioni scientifiche trasmesse dai mezzi di comunicazione nel corso di quest’anno (62%).

LEGGI ANCHE: Marito No Vax "sbrocca" per la dose al figlio e spacca tutto