Attualità
Cosa succederà

Perché a Natale in tutto il mondo si è scatenato il caos aerei (e cosa ci aspetta)

Non è solo colpa di Omicron: i fattori in campo sono diversi.

Perché a Natale in tutto il mondo si è scatenato il caos aerei (e cosa ci aspetta)
Attualità 28 Dicembre 2021 ore 00:07

Sono circa 10.000 i voli cancellati dalle compagnie aeree di tutto il mondo dal 24 dicembre 2021 a lunedì 27 dicembre 2021. Un'ecatombe in soli tre giorni causata da una serie di fattori: in primis il dilagare di variante Omicron del Covid-19 con casi che hanno continuato a crescere durante le vacanze, anche fra gli assistenti di volo, contaminati o esposti al virus. Ma anche a causa del cattivo tempo, in alcune parti del pianeta, nonché dei licenziamenti e del personale già ridotto dalle compagnie aeree negli scorsi mesi.

Caos voli in tutto il mondo: cosa è successo?

In 3 giorni un numero significativo di voli cancellati in ogni parte del globo. Cosa è successo?

Omicron, senz'ombra di dubbio, è la colpevole principale, complice anche il suo altissimo grado di contagiosità. Ma un'analisi più onesta e dettagliata non può escludere anche altre ragioni: come il personale aereo di molte compagnie che è andato incontro a robusti ridimensionamenti nei mesi scorsi e che ora, complici i contagi fuori controllo, è ridotto all'osso.

I numeri

Il sito FlightAware indica che il 24 dicembre sono stati cancellati nel mondo 2.380 voli, a Natale 2.856 e alle 14.15 (ora italiana) del 26 dicembre 2.071, per un totale provvisorio di 7.307. Il 40% di questi viaggi annullati, però, si trova in Cina, Paese che da settimane assiste a un alto numero di cancellazioni e non per la diffusione della variante Omicron.

Un altro 30% dei decolli mancati viene collocato negli Usa. Sette voli su dieci, insomma, sono stati annullati nei due Paesi. Il rimanente 30% è distribuito nel resto del mondo senza particolari picchi, ad eccezione del Giappone dove oltre 100 voli sono stati cancellati nell’ultimo giorno per la neve.

Cosa ci aspetta nei prossimi giorni?

Ingenuo pensare che la situazione migliorerà a breve, visto che all'origine di molte cancellazioni c'è la quarantena cui è costretto il personale di volo e quello di terra di molte compagnie.

In Italia Ryanair, dal 9 gennaio 2022, cancella tutti i voli da e per l'aeroporto di Pescara, a eccezione di quello per Bergamo-Orio al Serio. Saltano, quindi, i collegamenti con Bruxelles Charleroi, Bucarest, Francoforte Hahn, Londra Stansted, Malta e Torino.