Attualità
Svolta di civiltà

L'azienda che lancia il congedo mestruale pagato un giorno al mese

Si tratta della Ormesani di Venezia: i due fratelli titolari hanno lanciato la proposta dopo aver chiesto un parere alle dipendenti.

L'azienda che lancia il congedo mestruale pagato un giorno al mese
Attualità 14 Settembre 2022 ore 11:26

Un giorno di congedo mestruale pagato al mese. Una svolta di civiltà che arriva dalla Ormesani, azienda di Quarto d'Altrio (Venezia) che apre la strada a quella che potrebbe essere una vera rivoluzione.

Congedo mestruale pagato un giorno al mese: la svolta di un'azienda veneziana

Chi non sta bene non lavora bene. E' presumibilmente questo il ragionamento - tanto semplice quanto efficace - della Ormesani di Quarto d'Altino. Come racconta Prima Venezia, la ditta veneta ha infatti deciso di istituire un congedo mestruale di un giorno al mese (pagato) per le donne in caso di ciclo doloroso.

Un'idea illuminata ma semplice, eppure sinora mai presa in considerazione. Tanto da far sembrare la proposta davvero rivoluzionaria. In sostanza, si tratta di concedere un giorno al mese di permesso senza bisogno di certificato medico o concessioni particolari dai propri responsabili. Una prospettiva nuova per il welfare aziendale, partita però non prima di aver chiesto un parere alle dipendenti della Ormesani Srl.

Più della metà dei dipendenti sono donne

La Ormesani Srl è un'azienda che si occupa di logistica, spedizioni e operazioni doganali. I dipendenti sono circa un centinaio (59 donne) dall'età media di circa 37 anni. Il permesso aziendale è attivo da agosto in tutte le quattro sedi della società e di fatto ha sdoganato quel velo di tabù che ancora copre un tema su cui ormai, nel 2022 si potrebbe parlare apertamente.

L'idea è venuta alla moglie di uno dei due titolari guardando un video su Instagram. Dai social si è però passati alla realtà. Prima con un sondaggio tra le dipendenti, poi con l'applicazione della misura.

Si tratta di un gesto di umanità che favorisce anche il benessere aziendale. E che potrebbe essere d'esempio anche per molti altri.

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter