Attualità
IL MONITO

Nuovo caos vaccini, Pregliasco: "E' come la corsa all'ultimo telefonino"

La nuova campagna Covid con dosi che proteggono dalla variante Ba.1 non è ancora partita, che arriva l'ultimo "modello" di Pfizer efficace anche contro Omicron Ba.4 e Ba.5.

Nuovo caos vaccini, Pregliasco: "E' come la corsa all'ultimo telefonino"
Attualità 13 Settembre 2022 ore 12:28

Che velocità, forse troppa. A pochi giorni dall'autorizzazione dei nuovi vaccini bivalenti Comirnaty e Spikevax che proteggono anche dalla variante Covid Omicron Ba.1, l'agenzia europea del farmaco Ema (così come aveva fatto il suo corrispettivo americano già a inizio mese) ha detto sì anche a un nuovo vaccino Pfizer Biontech che arriva addirittura a garantire una difesa dalle successive subvarianti Omicron Ba.4 e Ba.5, oltre al ceppo originario del virus Sars-Cov-2.

Nuovo caos vaccini Covid

Quindi, proprio ora che le regioni stanno avviando la nuova campagna vaccinale per over 60 e fragili, sulla base delle dosi di Comirnaty e Spikevax aggiornate per Omicron Ba.1, ecco che arriva un nuovo vaccino ancor più aggiornato, "Pfizer-BioNTech COVID-19 Vaccine Bivalent Omicron BA.4/BA.5".

La conclusione del virologo Fabrizio Pregliasco è logica: chi deve prenotare la quarta dose, potrebbe decidere di rinviare in attesa che arrivi l'ultimo prodotto di Pfizer (sarà disponibile tra 2-3 settimane). Col rischio nel frattempo di ammalarsi mentre si è senza la protezione booster per chi temporeggia, con l'effetto di lasciare nei frigoriferi dosi inutilizzate di Comirnaty e Spikevax già pronte e, in ultima analisi, col risultato di mandare in confusione l'intera campagna vaccinale.

"Bisogna vaccinarsi con il vaccino che è attualmente disponibile", dice infatti anche il direttore generale dell'Aifa Nicola Magrini.

Il monito del virologo Pregliasco

"La comunicazione sui vaccini da parte delle autorità europee non è chiara - è il pensiero di Pregliasco - Questa decisione di via libera ai vaccini aggiornati contro Omicron 4-5 così ravvicinata al via libera alla versione aggiornata contro Omicron 1 in realtà fa sì che le persone percepiscano l’immunizzazione come una continua rincorsa a vaccini sempre più aggiornati, molto simile alla corsa all’acquisto del telefonino, che se non è dell’ultimo modello non va bene anche se ne abbiamo urgente bisogno".

"Il rischio – continua – è che si possa innescare una grande confusione e un atteggiamento di disaffezione rispetto alla vaccinazione, con le persone che magari decideranno di non avvalersi dei vaccini aggiornati disponibili per aspettare quelli in arrivo, percepiti come i più nuovi e quindi i migliori".

Comirnaty e Spikevax efficaci contro tutte le varianti

Un monito condivisibile, anche perché il vaccino contro la variante Ba.1 sta facendo comunque riscontrare un miglioramento della risposta immunitaria rispetto a tutti i sottolignaggi di Omicron che sono circolati finora, non solo Ba.4 e Ba.5, ma compresa anche la variante Omicron 5 (soprannominata Centaurus) protagonista dell’ultima ondata estiva, e che potrebbe riprendere vigore in autunno.

Marco Cavaleri, responsabile Vaccini e Prodotti terapeutici Covid-19 dell'Agenzia europea del farmaco Ema, ha addirittura dichiarato che entrambi i vaccini aggiornati Comirnaty e Spikevax sono in grado di neutralizzare altre varianti Omicron, inclusa BA.2.75 (Centaurus).

A chi è diretta la campagna

Ricordiamo che la dose "booster" andrà fatta per i fragili e gli over 60, ma anche operatori sanitari, donne in gravidanza e ospiti delle Rsa.

Ma attenzione, perché i vaccini bivalenti sono destinati a persone di età pari o superiore a 12 anni che hanno già ricevuto la vaccinazione primaria contro Covid-19.

In pratica per la gran parte della popolazione diventerà la “quarta dose”, anche se per alcuni sarà solo la terza e infine per fragili e anziani che hanno già fatto la quarta, rappresenterà addirittura la quinta dose (chi non si è mai vaccinato non potrà farne uso e dovrà ricorrere al “vecchio” vaccino).

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter