Attualità
Al San Martino di Genova

Manca personale, l'ospedale sospende le operazioni per tre mesi

Saranno garantite solo le operazioni oncologiche e urgenti.

Manca personale, l'ospedale sospende le operazioni per tre mesi
Attualità 31 Agosto 2022 ore 07:54

E' l'ospedale più grande della Liguria, ma ha gravi carenze di personale. E così il San Martino di Genova prende una decisione clamorosa: stop agli interventi per i prossimi tre mesi. Saranno garantite solo urgenze e operazioni oncologiche. Un provvedimento senza precedenti.

San Martino di Genova: stop agli interventi per tre mesi

La notizia è incredibile e il provvedimento senza precedenti. L'ospedale San Martino per la prima volta ricorre a un'iniziativa del genere. E subito scoppiano le polemiche. Secondo quanto trapelato, nel nosocomio genovese mancherebbero oltre 200 infermieri, oltre a anestesisti, tecnici di laboratorio e radiologia. E così è arrivata la decisione shock.

La direzione sanitaria del San Martino, come ha rivelato Il Secolo XIX, ha parlato di  provvedimento doloroso, ma inevitabile.

"E' necessario garantire le urgenze e la chirurgia oncologica. Una donna con un tumore al seno deve essere operata in un mese, ma eravamo arrivati anche a 50 giorni".

Saranno almeno duecento le operazioni non urgenti rinviate a dicembre.

Le polemiche

Una decisione del genere non poteva non suscitare furiose polemiche. Ferruccio Sansa, capogruppo dell'omonima lista in Consiglio regionale, annuncia una grande manifestazione di piazza per protestare contro le politiche sanitarie della Giunta Toti.

"Una fatalità dell'ultima settimana? Assolutamente no, è un problema noto da anni in ospedale. È noto anche per la Regione del presidente e assessore alla Sanità Toti, che però è riuscito a indire il concorso regionale per infermieri con due anni di ritardo".

 

 

Toti ha poi incontrato i vertici del San Martino e provato a smorzare le polemiche:

"Non è previsto alcun blocco degli interventi chirurgici nell'area metropolitana genovese, bensì una riprogrammazione che renda più efficienti le strutture ospedaliere della città e riduca i tempi di attesa".

 

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter