Attualità
Il riconoscimento

Effetto Draghi: per l'Economist l'Italia è il Paese dell'anno

Certificata la credibilità e l'autorevolezza del premier in Europa. Dopo Calcio e Olimpiadi un'altra bella rivincita per noi.

Effetto Draghi: per l'Economist l'Italia è il Paese dell'anno
Attualità 17 Dicembre 2021 ore 10:05

L'Italia che si rialza per vincere la pandemia da Covid 19. L'Italia in ripresa per uscire definitivamente da una delle importanti crisi economiche della storia. Italia Paese dell'anno, l'Europa porta in trionfo il nostro presidente del Consiglio Mario Draghi. A dirlo è L'Economist, il settimanale inglese d'informazione di politica economica.

Italia Paese dell'anno, anche gli inglesi ora si ricredono

Una bella rivincita per noi. Ancora una volta, dopo gli Europei di calcio e dopo lo smacco alle Olimpiadi nell'Atletica leggere, gli inglesi si "inchinano" ai nostri colori, tanto da arrivare a decretare l'Italia Paese dell'anno.

Un riconoscimento, per certo versi inatteso, "figlio" soprattutto della grande stima e credibilità che ha il nostro premier nel panorama economico e finanziario europeo.

Ne è dimostrazione il fatto che l'Economist ha motivato così il suo "ricredersi":

"...per quanto fatto fin qui dal presidente del Consiglio Mario Draghi da quando è capo del Governo.  L’Italia ha trovato in Mario Draghi un capo di governo competente e rispettato a livello internazionale e per una volta, un’ampia maggioranza di politici ha messo da parte le proprie divergenze per sostenere un programma di riforme profonde, ovvero il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per utilizzare i fondi dell’Unione Europea per la ripresa dalla pandemia"

Un riconoscimento importante tanto più se si pensa al giudizio spesso severo che proprio gli economisti inglesi non avevano certo risparmiato ai precedenti ultimi Governi italiani (in modo particolare a quelli a guida Berlusconi).

Ripresa economica e successo della campagna vaccinale anti Covid

Nel lusinghiero giudizio del settimanale d'Oltremanica, non c'è solo lo sguardo attento e la valutazione positiva sulla ripresa economica del nostro Paese e sulle strategie attuate dal nostro Esecutivo, ma c'è anche l'obiettiva constatazione dei risultati raggiunti dall'Italia attraverso la campagna vaccinazione anti Covid.

Un aspetto questo che non solo sta permettendo al nostro Paese di fronteggiare finora in maniera meno drammatica la quarta ondata della pandemia, ma anche di vedere più rapidamente di altre realtà dell'Europa la via d'uscita dalla crisi economica.

I precedenti

Un particolare importante perché il riconoscimento de l'Economist guarda non tanto al momento dell'assegnazione del "premio", quanto ai più evidenti segnali di ripresa che un Paese sta dimostrando.

E in questo senso, le strategie e le azioni messe in campo dall'Italia e i conseguenti risultati sul campo hanno convinto gli inglesi.

Il riconoscimento "Paese dell'anno" c'è dal 2013 e in precedenza era stato assegnato a Uruguay, Tunisia, Myanmar, Colombia, Francia, Armenia, Uzbekistan e Malawi.