Attualità
La grande paura

Inghilterra, boom record di contagi (78mila in un giorno) e il Governo introduce il Green pass. Premier League a rischio stop

Per il premier Boris Johnson si tratta di una vera e propria corsa contro il tempo per le terze dosi di vaccinazioni.

Attualità 16 Dicembre 2021 ore 11:10

inghilterra

 

Inghilterra, boom record di contagi, quasi 80mila in 24 ore, e il Governo introduce il green pass.

Nella giornata di ieri è stato registrato il non invidiabile record di contagi, mai così tanti dall'inizio della pandemia.

Inghilterra boom record di contagi, torna la paura


Per la precisione, nella giornata di ieri, mercoledì 15 dicembre, sono stati accertati 78.610 nuovi contagi. Numeri che non si registravano da praticamente un anno.

Eravamo infatti a pochissime ore dalla conclusione delle festività natalizie quando, l'8 gennaio del 2021 in Inghilterra si superarono i 68mila contagi.

Ora, complice il proliferare della variante Omicron, la nuova paura. Perché al boom di contagi si affianca anche il dato dei decessi di ieri, 165 morti.

Inghilterra, l'impatto della variante Omicron

Come in molti temevano, l'affacciarsi prepotente di una nuova variante rischia di portare nuove paure e nuove incertezze nella gestione della pandemia.

Basti pensare che, sempre guardando alla giornata di ieri, è praticamente più che raddoppiato l'impatto della variante Omicron, con il passaggio in crescendo da 4.671 a 10.017 contagi.

Un dato che ha portato il Governo inglese e i suoi consulenti alla sicurezza sanitaria nazionale a inquadrare Omicron come "la minaccia più significativa per la salute pubblica dall'inizio della pandemia".

Picco di contagi e la paura da qui a Natale

Ma non solo. Per oggi, giovedì 16 dicembre, le proiezioni degli esperti danno per scontato un nuovo record, dove la situazione più attenzionata è evidentemente quella della capitale Londra.

La proiezione in continua ascesa dei contagi, tra l'altro, sembra ormai accerta da qui a Natale e in questo senso preoccupa anche la situazione dei ricoveri e della pressione ospedaliera che molto probabilmente verrà messa a dura prova durante i principali giorni delle festività.

Inghilterra, torna il Green Pass e nuova accelerata sulla terza dose

Un quadro decisamente non incoraggiante che ha portato il Governo a introdurre il Green Pass per i locali al chiuso.

La decisione del premier Boris Johnson è passata grazie al voto dei laburisti ed è stata fortemente osteggiata da 100 parlamentari conservatori.

Per loro, il provvedimento è stato visto come un segnale di sconfitta e "debolezza": l'Inghilterra che fino a questo momento era sempre stata piuttosto tiepida sulle misure restrittive, ora corre ai ripari.

E in effetti, lo stesso Johnson l'ha definita una "corsa contro il tempo" rilanciando ulteriormente la campagna per la terza dose booster del vaccino, dove peraltro gli inglesi hanno finora risposto convintamente.

Anche per questo, nel fine settimana, per accelerare ancor di più sulle somministrazioni di terze dosi, scenderà in campo un esercito di volontari, mentre, almeno per il momento, non dovrebbero essere decise nuove restrizioni.

Il calcio si ferma?

A testimoniare la gravità della situazione anche la possibilità di fermare il calcio. In Premier League sono state annullate Leicester-Tottenham (era prevista stasera, giovedì 16 dicembre) e United-Brighton (di sabato) e nelle prossime ore potrebbe arrivare la comunicazione del rinvio delle partite di tutto il fine settimana. Ma si ipotizza anche una sospensione dell’attività dell’intero campionato fino a metà gennaio.