Attualità
A 5 anni dall'ultima volta

Il grande ritorno di Beppe Grillo... non in politica, ma sul palco di un teatro

Il tour dal titolo "Io sono il peggiore" partirà da Orvieto e toccherà le più importanti città della Penisola.

Il grande ritorno di Beppe Grillo... non in politica, ma sul palco di un teatro
Attualità 11 Novembre 2022 ore 15:29

Col Movimento 5 Stelle che, stando agli ultimi sondaggi, è tornato fortemente in auge, anche il suo leader ha scelto di rimetterci la faccia e tornare sul palcoscenico. Il grande ritorno di Beppe Grillo, tuttavia, non sarà in ambito politico, ma nel suo scenario originario, quello della comicità nei teatri e nel mondo dello spettacolo. Dal prossimo 15 febbraio 2023, infatti, partirà il suo tour nazionale dal titolo "Io sono il peggiore".

Beppe Grillo, grande ritorno a teatro

I primi amori, si sa, non si scordano mai e anche in questo caso collegamento più azzeccato non si può trovare. Beppe Grillo, a distanza di cinque anni dall'ultima volta, "accantona" per un attimo le vesti del politico e ritorna sul palco dei teatri con uno dei suoi show comici. Dal prossimo 15 febbraio 2023, infatti, il leader originario del Movimento 5 Stella comincerà il suo tour nazionale da titolo "Io sono il peggiore".

"Il grande ritorno sulle scene del comico italiano più spiazzante, caustico e odiato di tutti i tempi, come non lo avete mai visto".

Queste le parole con le quali è stato reso noto al pubblico il suo ritorno sul palco. Un annuncio altisonante nel quale, come si legge, non verrà risparmiato nessuno:

"Lo spettacolo delle rivelazioni, dove tutti sono coinvolti e nessuno è escluso. Dalla religione alle silenziose guerre economiche, passando per il metaverso, fino al lato oscuro dell’ambientalismo".

La data zero sarà il 15 febbraio 2023 ad Orvieto in Umbria. Dopodiché gli spettacoli toccheranno anche Napoli, Milano, Firenze, Sanremo, Roma e Bologna. Qui di seguito un video nel quale è riassunto il meglio degli spettacoli dal vivo di Beppe Grillo.

Il tour ora che il M5S galoppa

Sembra quasi una coincidenza il grande ritorno di Beppe Grillo a teatro ora che il Movimento 5 Stelle, dopo la secessione di Luigi Di Maio, è riuscito a tornare fortemente in auge grazie alla presidenza di Giuseppe Conte, figura che sta plasmando il partito pentastellato sempre più a sua immagine e somiglianza.

Dopo lo sgambetto in Parlamento, Conte prova in extremis a salvare il voto alle Comunali

Stando agli ultimi sondaggi politici, infatti, il M5S avrebbe recuperato tantissimo terreno, soprattutto ai danni del Partito Democratico che ha subito una clamorosa rimonta e ora vede insidiata la sua leadership nell'ala progressista.

La Supermedia di Agi e Youtrend, che tiene conto dei sondaggi politici dei più importanti istituti demoscopici, ci racconta come, mentre Fratelli d'Italia ha quasi raggiunto il 30%, al secondo posto ci sono due partiti a pari merito, ma il cui trend è diametralmente opposto: il Pd del dimissionario Enrico Letta segna un meno 0,7% e non riesce ad arrestare la sua caduta verticale, fermandosi al 16,9%; proprio lì viene raggiunto dal Movimento 5 Stelle di Giuseppe Conte, in continua crescita, che sale dello 0,3% e arriva – appunto – al 16,9%.

Considerata quindi questa nuova situazione dello scenario politico italiano, desta particolare attenzione l'alzata di sipario di Beppe Grillo, il quale però ha affermato di continuare a tenersi lontano dalla politica: "Faccio un passo di lato" aveva dichiarato, senza mai farsi vedere durante l’ultima campagna elettorale, incluso all’evento di chiusura a Roma, con centinaia di sostenitori presenti.

Nonostante ciò resta una figura fondamentale per tutto il Movimento 5 Stelle: da statuto, infatti, è garante (cioè ha il potere di intervenire su qualsiasi decisione chiave del partito) e soprattutto è proprietario del simbolo, il vero patrimonio di consensi dei Cinque stelle.

Seguici sui nostri canali