nell'arte e nella cultura

Giornata Internazionale del Bacio: quattro rappresentazioni iconiche

Dalla passione del Rinascimento al tradimento biblico: come il bacio ha plasmato la nostra comprensione dell'amore e delle emozioni umane

Giornata Internazionale del Bacio: quattro rappresentazioni iconiche
Pubblicato:

La Giornata Mondiale del Bacio, che si celebra ogni 6 luglio, ci offre l'opportunità di esplorare – artisticamente – il potere trasformativo di questo  tanto semplice quanto significativo. Sebbene non sia una pratica universale – esistono culture che non lo adottano – il bacio ha radici antiche, con alcuni studiosi che ne fanno risalire l'origine alla pratica nutritiva del "kiss feeding"; mentre altri ritengono che sia nato come complemento dell'atto sessuale – secondo quanto attestato dai testi vedici e dal Kamasutra dell'antica India.

Giornata Internazionale del Bacio 2024

Il bacio è stato descritto come atto di amore, rispetto, devozione o inganno, riflettendo una ricchezza di significati che si manifesta anche nelle rappresentazioni artistiche, dai capolavori antichi ai dipinti rinascimentali. Ogni bacio racconta una storia unica: dal desiderio appassionato immortalato da Rodin nel suo famoso "Il Bacio", alla galanteria gentile di Induno nel dipinto "Baciamano alla carrozza"; dalla sacralità materna di Raffaello nella sua "Madonna del Granduca" alla tragedia del tradimento rappresentata nel dipinto "Il Bacio di Giuda" di Giotto.

In occasione della Giornata Mondiale del Bacio, celebriamo la bellezza e la complessità di questo gesto: un linguaggio capace di trasmettere sentimenti che le parole spesso non riescono ad esprimere.

Il Bacio alla Francese

Nel mondo dell'arte, la passione del bacio alla francese è stata immortalata con maestria da Auguste Rodin nella sua iconica scultura "Il Bacio". Questa opera, scolpita nel marmo alla fine del XIX secolo, rappresenta due amanti avvolti in un abbraccio struggente, le cui labbra si incontrano in un bacio che va oltre il semplice contatto fisico. L'intreccio delle lingue, sebbene non esplicitamente visibile, è suggerito dalla tensione dei corpi e dalla profonda intimità che emana dalla scena.

Il bacio, Rodin

Rodin riesce a catturare non solo il desiderio fisico, ma anche una connessione emotiva intensa tra i due protagonisti. La scultura, ispirata alla tragica storia d'amore tra Paolo e Francesca narrata da Dante nella "Divina Commedia", trasmette un senso di eternità e di passione proibita. Le dita di Paolo, che sfiorano delicatamente il volto di Francesca, e il modo in cui i loro corpi sembrano fondersi in un unico blocco di marmo, esprimono un amore così potente da sfidare il tempo e la moralità.

"Il Bacio" di Rodin è un esempio supremo di come l'arte possa trasformare un gesto quotidiano in una rappresentazione simbolica della condizione umana. Il bacio alla francese, con il suo scambio di respiri e la fusione delle anime, viene celebrato in questa scultura non solo come atto di passione, ma come metafora di una unione completa e totalizzante.

Il Bacio sulla Mano

Nel dipinto del 1877 di Gerolamo Induno, il gesto del bacio sulla mano emerge come un ritratto di grazia e cortesia in un'epoca dove le convenzioni sociali regolavano ogni interazione. Qui, tra un uomo e una donna, forse amanti, il bacio sulla mano non rappresenta solo un gesto di rispetto formale, ma un'eloquente espressione di delicatezza e galanteria.

Baciamano alla carrozza, Induno

Induno dipinge con una luce soffusa e colori caldi che avvolgono i protagonisti, creando un'atmosfera intima. L'orientamento dei corpi, le espressioni dei volti e le posture delle mani suggeriscono non solo rispetto e deferenza, ma anche una connessione emotiva profonda tra i due personaggi.

Oltre alla sua funzione come gesto cortese, il bacio sulla mano nel dipinto di Induno può essere interpretato come un simbolo della complessità delle relazioni umane dell'epoca. Rappresenta un'epoca in cui il linguaggio dei gesti era ricco di sfumature e sottigliezze, riflettendo valori culturali come la gerarchia sociale, il rispetto per il ruolo della donna e l'espressione raffinata degli affetti.

Il Bacio Materno

Raffaello ci trasporta in un mondo di intimità e devozione sacra con la sua celebre opera "Madonna del Granduca". Dipinta nel primo Cinquecento, questa iconica rappresentazione della Vergine Maria con il Bambino Gesù tiene un significato profondo e universale. La Madonna, con uno sguardo tenero e materno, abbraccia il suo piccolo con affetto ineffabile, mentre lui, con innocenza infantile, sembra rispondere con un sorriso gioioso.

Madonna del Granduca, Raffaello

Il gesto di un bacio delicato tra madre e figlio in questa opera non è semplicemente un atto di affetto fisico, ma un simbolo potente della connessione eterna e incondizionata tra genitore e bambino. Raffaello cattura non solo la bellezza estetica ma anche la spiritualità profonda di questo legame, enfatizzando la sacralità della maternità e la protezione amorosa che la Madonna offre al suo Figlio divino.

La composizione della "Madonna del Granduca", con la Madonna centralmente posizionata e il Bambino Gesù stretto tra le sue braccia, crea un'armonia visiva che riflette l'armonia spirituale tra madre e figlio. Lo sfondo semplice e neutrale mette in risalto i volti espressivi dei due protagonisti, rendendo palpabile l'intimità e la tenerezza di questo momento sacro.

Il Bacio del Traditore

Nel nostro esplorare dei vari significati del bacio nella storia dell'arte, un altro momento emblematico è rappresentato da "Il Bacio di Giuda" di Giotto. Quest'opera, dipinta nel XIV secolo, cattura un momento cruciale nella vita di Gesù: il tradimento da parte di uno dei suoi discepoli più vicini. Il gesto del bacio, che tradizionalmente simboleggia amore, rispetto o saluto, in questa scena diventa paradossalmente un segno di inganno e disonore.

Il bacio di Giuda, Giotto

Giotto, con la sua abilità nel rendere le emozioni umane attraverso la pittura, dipinge Giuda che si avvicina a Gesù con un bacio sulle guance come segno di identificazione per i soldati romani che lo arrestano. Questo tradimento non è solo un evento narrativo della Passione di Cristo, ma un simbolo eterno del conflitto tra la lealtà e il tradimento umano.

La composizione dell'opera, con Gesù al centro e Giuda isolato nel suo gesto di tradimento, accentua il dramma della situazione. Lo sguardo di Gesù, che spesso è rassegnato e profondamente umano nelle rappresentazioni dell'arte sacra, riflette il peso dell'evento imminente. Questo bacio non solo sconvolge il momento presente ma predice anche il tragico destino che attende Gesù.

Attraverso "Il Bacio di Giuda", Giotto non solo illustra un passaggio chiave della storia cristiana ma anche invita gli spettatori a riflettere sulla complessità delle relazioni umane e sulla fragilità della fiducia. L'opera continua a essere studiata e interpretata per la sua capacità di trasmettere la tensione emotiva e il significato profondo di un gesto tanto ambiguo quanto potente.

Il contatto umano: non replicabile

Riflettendo sui diversi tipi di bacio esplorati – dal bacio sensuale di Rodin al gesto di galanteria di Induno, fino al bacio materno di Raffaello e al tradimento drammatico di Giotto – emerge la straordinaria capacità di questo gesto di esprimere una vasta gamma di emozioni e significati.

In un'era digitale, dove il contatto fisico è spesso sostituito dalle comunicazioni virtuali, il bacio assume un valore ancora più profondo come simbolo di connessione autentica e intima. Ci ricorda l'importanza insostituibile del contatto umano, un atto che nessuna tecnologia può replicare. È un gesto che trascende le parole, portando con sé una forza emotiva e un senso di presenza che rafforza i legami tra le persone.

In questo International Kissing Day, celebriamo non solo l'atto del baciare, ma anche la sua capacità di unirci in un mondo sempre più frammentato e distanziato. Che ogni bacio ci ricordi quanto siamo fortunati ad amare e ad essere amati, rappresentando il nostro desiderio di connessione e la bellezza delle nostre relazioni umane.

A cura di Sara Giovenzana

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali