Negazionismo estremo

Chi è il Greg, il complottista che nega l'esistenza di Filippo Turetta

Gianluca Gregis, originario di Merate, e le sue strampalate teorie sul femminicidio di Giulia Cecchettin

Chi è il Greg, il complottista che nega l'esistenza di Filippo Turetta
Pubblicato:

Il Covid? Non esiste. I vaccini? Usati per sterminare la popolazione. Lo sbarco sulla Luna? Mai fatto. Di teorie complottiste ne abbiamo viste finora spuntare in ogni angolo, ma di recente sta facendo scalpore un nuovo negazionista, venuto alla ribalta con la trasmissione La Zanzara di Radio 24. Chi è? Gianluca Gregis, noto come Il Greg, che nega l'esistenza... di Filippo Turetta.

Gianluca Gregis (il Greg) che nega l'esistenza di Filippo Turetta

Se non ci fosse di mezzo un femminicidio che ha sconvolto l'Italia intera questa cosa farebbe pure sorridere. Eppure c'è chi nega addirittura l'esistenza di Filippo Turetta, l'assassino di Giulia Cecchettin.

Stiamo parlando di tale Gianluca Gregis, per i suoi seguaci semplicemente Il Greg, originario di Merate (Lecco) e oggi residente alle Canarie. Reso in qualche modo "popolare" da La Zanzara, la seguitissima trasmissione radiofonica di Giuseppe Cruciani e David Parenzo.

Il complottista che solleva dubbi su Filippo Turetta

Come racconta il nostro portale locale Prima Merate, Gregis è un ex venditore auto, è originario di Merate ma da qualche anno vive alle Canarie, in Spagna. E' un vero e proprio capopopolo dei complottisti, con un canale Telegram seguitissimo, capace di scatenare campagne di insulti mirate verso le pagine Facebook di politici, giornalisti ma anche di cittadini comuni.

In questi giorni è tornato nuovamente alla ribalta, anche perché Giuseppe Cruciani, conduttore del programma radiofonico La Zanzara di Radio 24, ne ha veicolato le teorie secondo il quale non esistendo foto di Filippo Turetta diverse da quelle poche circolate sulla stampa e non essendoci foto e video del suo arresto e del suo arrivo in Italia, semplicemente non esisterebbe.

"Filippo Turetta non si è mai visto, né quando è stato preso, né quando è arrivato in Italia. Di foto sue ci sono solo quelle tre che girano. E quindi viene il dubbio: Filippo Turetta è una persona reale o è creato con l'intelligenza artificiale? E chi ne parla, compresi i suoi genitori, sono veri o sono attori?".

"Non c'è nessuna sua foto e chi parla di lui non sa nulla di lui. Perfino i mafiosi ve li hanno fatti vedere in situazioni di arresto, Turetta è solo un fantasma. La gente riconosce Filippo Turetta solo da queste immagini, che sono palesemente finte".

"A quanto pare ci sono stati più di cento femminicidi e ci si è andati a focalizzare solo su questo. Tutto il 'pacchetto' attorno alla famiglia Cecchettin è manipolato. Voi l'avete vista la vittima?".

Fu indagato per false immatricolazioni

Di Gianluca Gregis nel 2021 si erano occupate anche "Le Iene". Nel servizio realizzato da Gaston Zama venivano ripercorsi alcuni episodi controversi della vita del "Greg", tra cui l’operazione "Golden Motors" della Polizia di Stato del 2017 che lo aveva visto essere indagato per un giro di false immatricolazioni.

C’è poi un’altra vicenda, che lo ha visto protagonista nel Bresciano nell’ambito dell’operazione di rinascita del marchio automobilistico Ats, con il meratese denunciato dall’ex socio Daniele Maritan per aver falsificato le firme per la cessione del marchio. Episodi sui quali, davanti al blitz de Le Iene, il noto complottista non aveva fornito spiegazioni, ripetendo come un mantra la sua estraneità ai fatti.

Lunga la carrellata delle teorie del complotto sostenute da Gregis, prima attraverso Youtube e la piattaforma Patreon e poi attraverso un canale Telegram molto seguito: dal 5G ai vaccini, dal Covid allo sbarco sulla luna, ce n’è per tutti i gusti.

E chi lo critica si becca lo "shitstorm", che da gogna virtuale a volte può trasformarsi in minacce reali. Tra chi lo segue e chi lo critica, "Il Greg" è senza dubbio uno dei personaggi più discussi del panorama social italiano. E ha saputo sfruttare un episodio tanto grave come un femminicidio per ritagliarsi ancora un po' di visibilità.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali