Da Prima Treviglio

Famiglia abbandona una cameretta per strada, obbligata a ripulire sotto gli occhi dei vigili: il video

Dopo il caso del divano riconsegnato allo "sporcaccione" un altro episodio simile nella Bergamasca

Pubblicato:

Tempi duri per chi abbandona rifiuti in strada nella Bergamasca. Dopo il clamoroso episodio del divano "recapitato" dai vigili al legittimo proprietario (che se ne era disfatto in maniera poco "convenzionale"), un'altra famiglia è finita nel mirino della Polizia Locale di Romano di Lombardia. I vigili quando hanno ritrovato una cameretta in strada, sono risaliti a chi l'aveva abbandonata e hanno scoperto che si trattava di una famiglia della zona. Risultato? Sono stati obbligati a ripulire "sorvegliati" dagli agenti.

Cameretta abbandonata in strada

Come racconta il nostro portale locale Prima Treviglio, la Polizia locale del Distretto della Bassa Bergamasca Orientale  è intervenuta dopo aver ricevuto diverse segnalazioni riguardo un abbandono illecito di rifiuti particolarmente ingombranti. Quando gli agenti si sono portati in via Cappuccini, nel sottopasso che porta alla piazzola ecologica, hanno scoperto diversi mobili abbandonati. Un'intera cameretta per l'esattezza. 

Obbligati a ripulire tutto

Subito sono scattate le indagini, che hanno permesso di risalire ai responsabili dell'abbandono. Si tratta di una famiglia cinese con sei figli che - come ha cercato di giustificarsi di fronte ai vigili - ha appena effettuato un trasloco. Una volta portata la cameretta all'isola ecologica, l'avrebbero trovata chiusa, decidendo dunque di lasciarla lì nelle vicinanze con il proposito (almeno così hanno detto) di tornare per smaltirla come si deve.

Ma a questo ci hanno pensato gli agenti della Polizia Locale, che li hanno obbligati a ripulire tenendoli sotto "sorveglianza", come si vede nel video qui sotto.

Nei confronti dei trasgressori è scattata la denuncia penale (l'abbandono dei rifiuti è ora classificato come reato penale, ndr) e la sanzione che potrà arrivare fino a diecimila euro. Avranno ora trenta giorni per pagare 2500 euro, in caso contrario partirà il procedimento e sarà il giudice a stabilire la somma dovuta al Comune.

Il divano abbandonato e... riconsegnato

La stessa giustificazione accampata era stata accampata solo qualche settimana fa, da un altro romanese che aveva abbandonato in campagna niente di meno che un divano prontamente riconsegnato dagli agenti nel giardino della sua abitazione.

 

Il divano abbandonato a bordo strada

Una volta che gli agenti lo hanno identificato, gli hanno rispedito indietro il mobile, scaricandolo sotto ai suoi occhi in giardino. Non solo: multa da capogiro.

Surreale la difesa dell'uomo: "L'avevo solo appoggiato temporaneamente".

IL VIDEO DELLA "RICONSEGNA"

Commenti
Patty

Stupendi! Bravissimi i vigili urbani!

Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali