Attualità
un buon tacer...

"Ecco l'ennesimo merendero in scarpe da ginnastica e pantaloncini a Capanna Margherita": ma era il Re degli 8mila

Un post ha scatenato insulti a pioggia e critiche a Nirmal Purja. Gli internauti hanno giudicato il suo abbigliamento, ma non l'hanno riconosciuto.

"Ecco l'ennesimo merendero in scarpe da ginnastica e pantaloncini a Capanna Margherita": ma era il Re degli 8mila
Attualità 21 Agosto 2022 ore 09:16

"Ecco l'ennesimo merendero che sale a Capanna Margherita in scarpe da ginnastica e pantaloncini". Con tanto di foto di un alpinista improvvisato. E subito la Rete si scatena a colpi di insulti. Peccato che il "merendero" in questione fosse Nirmal Purja, il Re degli ottomila, che un'escursione del genere - come ha sottolineato qualcuno che l'ha riconosciuto - "potrebbe farla pure in mutande".

"L'ennesimo merendero in scarpe da ginnastica e pantaloncini a Capanna Margherita"

Come racconta Prima Biella, un post sui social ha scatenato una pioggia di insulti e critiche nei confronti di  Nirmal Purja, salito al rifugio alpino più alto d'Europa sulla vetta della punta Gnifetti, nel gruppo del Monte Rosa. Gli internauti hanno giudicato il suo abbigliamento, ma non l'hanno riconosciuto. E dunque, senza sapere nulla della persona che stavano insultando, si sono scatenati.

Un buon tacer...

Che poi la cronaca ci offra spesso racconti di alpinisti improvvisati che si trovano in difficoltà e che devono venire soccorsi perché partiti in condizioni del tutto inadatte è un altro paio di maniche. Ma in questo caso vale proprio l'adagio "un buon tacer non fu mai scritto".

Tra chi lo ha semplicemente definito uno sprovveduto e chi ci è andato giù pesante, per fortuna c'è anche chi lo ha riconosciuto.  Si trattava infatti dell'alpinista nepalese famoso per aver scalato tutte le quattordici montagne di 8000 metri nel giro di sei mesi e, insieme ad altri nove, il primo a raggiungere la vetta del K2 in inverno.

"I pantaloni non sono corti, ma tirati su. Le scarpe potrebbero essere solo un secondo paio portate al rifugio", si legge in un commento a sua difesa. E ancora:

"Ma quelli che commentano lo sanno chi è? È forse il migliore alpinista vivente, detiene diversi record sugli 8000 metri: questo qui a Capanna Margherita ci può salire anche in mutande".

Gli alpinisti improvvisati: in montagna con... Google maps

In tema di escursionisti improvvisati, come non ricordare  la comitiva di cinque milanesi partita con scarpe da tennis e griglia per una gita in montagna seguendo... Google maps.

Era lunedì 4 aprile 2022 e gli amici erano partiti per fare una camminata notturna sul Monte Due Mani, grigliare una volta giunti al Bivacco Locatelli e dormirci dentro. Si sono incamminati con le scarpe da tennis ai piedi e in spalla un pesante zaino zeppo di birre, salamelle e persino la griglia, coperti solo da una giacca a vento, senza neppure un paio di guanti. In mano non una cartina (o una delle applicazioni create apposta per chi fa trekking) ma appunto Google Maps. Il tutto con il monte in buona parte ghiacciato e innevato, in aggiunta al buio della notte e alle avverse condizioni meteo della settimana precedente.

Rimasti bloccati a 150 metri dalla vetta, avevano chiesto aiuto al Soccorso Alpino... con cui poi si erano scusati per la loro imprudenza. 

 

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter