Attualità
Missione Artemis

Dopo 53 anni l'uomo tornerà sulla Luna

Per la prima volta dopo lo storico 20 luglio 1969.

Dopo 53 anni l'uomo tornerà sulla Luna
Attualità 23 Agosto 2022 ore 11:41

A tutti coloro che hanno soltanto sentito i racconti dello storico primo sbarco del 20 luglio 1969 diamo una bellissima notizia: la Nasa ha confermato che, dopo 53 anni, l'uomo tornerà sulla Luna.

E' ufficiale: dopo 53 anni l'uomo tornerà sulla Luna

Nella notte italiana è giunta la comunicazione ufficiale da parte della Nasa: il prossimo lunedì 29 agosto 2022, l'uomo tornerà sulla Luna. Per la prima volta dopo 53 anni, la missione Artemis ci riporterà sull'unico satellite naturale della Terra. La finestra di lancio sarà di due ore circa: si apre alle 8,33 a.m. Edt, quando in Italia saranno le 14,33.

Artemis 1 partirà dal Launch Pad 38B del Kennedy Space Center, in Florida, la stessa rampa di lancio che ha visto partire le missioni Apollo che hanno segnato il primo passo dell'uomo sulla Luna il 20 luglio 1969.

Rappresentazione artistica dell'assemblaggio finale della Orion sulla cima del SLS prima del lancio

La decisione di riportare l'uomo sul nostro satellite è arrivata dai manager dopo un Flight Readiness Review tenutosi nella tarda serata di ieri (ora locale):

"Prima di una serie di missioni sempre più complesse, Artemis I fornirà una base per l'esplorazione umana dello spazio profondo e dimostrerà il nostro impegno e la nostra capacità di estendere la presenza umana sulla Luna e oltre".

Queste le parole del team della Nasa nel corso della videoconferenza sulla missione Artemis, svoltasi al quartier generale della Nasa del Kennedy Space Center, in Florida, a cui hanno partecipato Janet Petro, direttrice del Kennedy Space Center, Bob Cabana, amministratore associato e collegato dal quartier generale della Nasa, Jim Free, amministratore associato per la direzione della missione di sviluppo dei sistemi di esplorazione, quartier generale della Nasa e Mike Sarafin, responsabile della missione Artemis, quartier generale della Nasa.

Gli obiettivi di Artemis I

Ma quali saranno i veri obiettivi del ritorno dell'uomo sulla Luna?

"L'obiettivo principale di Artemis I è testare a fondo i sistemi integrati prima delle missioni con equipaggio facendo funzionare la navicella spaziale in un ambiente spaziale profondo, testando lo scudo termico di Orion e recuperando il modulo dell'equipaggio dopo il rientro, la discesa e l'atterraggio".

Piano di volo di Artemis I

Con queste parole il team della Nasa ha annunciato il lancio della prima delle tre missioni - Artemis I - del complesso programma Artemis della Nasa in cui sono a bordo anche l'Europa con l'Agenzia Spaziale Europea (Esa) e l'Italia con l'Agenzia Spaziale Italiana (Asi) ed il suo sistema industriale.

La missione Artemis I pronta a partire servirà come test sia per la navicella spaziale Orion che per il suo razzo Space Launch System (Sls) prima dei voli con equipaggio sulla Luna previsti per il 2025. Artemis I farà dunque da apripista alle future missioni del programma Artemis che punta a riportare l'uomo e, per la prima volta, una donna sul suolo lunare.

L'Agenda del ritorno alla Luna prevede infatti altre due missioni:

  • Artemis II che effettuerà il primo test di volo attorno alla Luna con a bordo un equipaggio
  • Artemis III che rappresenterà il ritorno vero e proprio dell'umanità sulla superficie della Luna con l'allunaggio di astronauti e astronaute.

Proprio pochi giorni fa la Nasa ha annunciato anche i 13 possibili siti della Luna fra i quali sceglierà - dopo attente analisti e studi - dove fare approdare le donne e gli uomini della missione Artemis III. Si tratta di zone tutte nei pressi del Polo Sud della Luna ed i 13 potenziali siti sono Faustini Rim A; Peak Near Shackleton; Connecting Ridge; Connecting Ridge Extension; de Gerlache Rim 1; de Gerlache Rim 2; de Gerlache-Kocher Massif; Haworth; Malapert Massif; Leibnitz Beta Plateau; Nobile Rim 1; Nobile Rim 2; Amundsen Rim.

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter