Dal 28 agosto

Digitale terrestre, si cambia ancora: come capire se la vostra Tv è da cambiare

Ci sono due modi per scoprire se la vostra televisione andrà ancora bene. Si stima che circa 10 milioni di apparecchi saranno da cambiare

Digitale terrestre, si cambia ancora: come capire se la vostra Tv è da cambiare
Pubblicato:

Digitale terrestre, si cambia ancora. E milioni di televisori in funzione nelle case degli italiani potrebbero essere presto da cambiare. La Rai ha ufficializzato la data del prossimo switch: mercoledì 28 agosto 2024.

Switch digitale terrestre: cosa è il DVB-T2

DVB-T2: sentiremo parlare a lungo di questa sigla nelle prossime settimane. Ma cosa cambia di preciso? L'acronimo significa Digital Video Broadcasting - 2° Generation Terrestrial e nei fatti è un'evoluzione del DVB-T già in uso per la ricezione del segnale del digitale terrestre. L'entrata in vigore della versione "plus" poteranno una migliore ricezione del segnale e a una maggiore qualità delle immagini.

Un'altra sigla connessa al cambiamento è Mux, che sta per multiplex. In sostanza, è l'utilizzo della stessa banda di frequenza per la diffusione di più canali. Il vantaggio in questo caso è che utilizzando una sola linea di uscita per il segnale, si potrà (almeno in teoria) portare la diffusione di più canali anche in aree che oggi faticano a ricevere con le nuove tecnologie.

Dieci milioni di televisioni da cambiare

Il passaggio - e una buona notizia c'è - non sarà immediato. In pratica i canali, almeno sino allo switch off definitivo, dovrebbero essere trasmessi sia con la tecnologia DVB-T sia con la DVB-T2. Ma prima o poi bisognerà fare i conti con il possibile cambio della televisione, che interesserà secondo le stime circa 10 milioni di famiglie italiane.

Il Codacons ha parlato di una stangata in arrivo per molti:

"La situazione determinerà ingenti costi per le famiglie: milioni di televisori attualmente presenti nelle case degli italiani non sono infatti compatibili con i nuovi standard di trasmissione, e con ogni probabilità dovranno essere sostituiti, determinando una nuova spesa in capo ai consumatori".

Come capire se la propria Tv funzionerà ancora

Come già avvenuto per il primo switch off, ci sono dei metodi per capire se la vostra televisione è tra quelle "fortunate" che continueranno a funzionare oppure se dovete iniziare a prevedere un cambio.

Ci sono due modalità per fare la verifica:

  • Selezionate il menu principale e cercate la voce "Sintetizzatore digitale". Se compare la scritta DVB-T2 HEVC/H265 allora siete a posto.
  • Sintonizzatevi sul canale 558 (Rai Sport HD). Se lo vedete vuol dire che la Tv continuerà a funzionare.

Se invece la televisione non risulta compatibile, le soluzioni sono le medesime del precedente passaggio:

  • Acquistare un nuovo televisore
  • Acquistare un decoder DVB-T2.
Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali