Attualità
DAVVERO ARZILLO!

Dice ai figli d'esser stato rapito, 83enne era in un motel con una donna

Fuga d'amore da una regione all'altra pur di passare qualche ora d'intimità

Dice ai figli d'esser stato rapito, 83enne era in un motel con una donna
Attualità 29 Dicembre 2022 ore 10:53

Ma dov'è finito il nonno? Una domanda che è rimbalzata all'unisono, nel giorno di Natale, nel parentado di un 83enne di Champoluc, Val d’Ayas, regione della Valle d'Aosta. Un vecchietto sicuramente arzillo (come vedrete), ma tra l'altro anche molto conosciuto nella sua comunità perché gestisce un noto locale.

Boh, è la risposta alla quale hanno dovuto arrendersi dopo un po'. Ma l'anziano desaparecido deve aver intuito che, dopo ore di latitanza, i suoi cari lo stessero cercando... figurati poi, nella festività più tradizionale e "famigliare" dell'anno.

Dice ai figli d'esser stato rapito

Così ha chiamato lui, ma non pensate alla classica telefonata per rassicurare gli animi: "Aiuto, sono stato rapito", è stato invece l'appello che le celle telefoniche hanno consegnato a figli e parenti. Immediati panico e allarme ai Carabinieri, per fortuna però era tutta una montatura.

Già, perché gli uomini dell'Arma hanno rintracciato il telefonino del pensionato, che è risultato localizzato in un hotel vicino a Biella.

83enne era in un motel con una donna

Insomma l'arzillo vecchietto aveva scavallato la Vallée, ma non contro la propria volontà: l'aveva fatto apposta, per ritagliarsi qualche ora d'intimità con una conoscente, anch'essa valdostana.

Quando i militari lo hanno trovato, l'anziano era sano e salvo fuori da un locale biellese anche se parecchio ubriaco. Una breve fuga d'amore con imprevisto, insomma, che però potrebbe tradursi in qualche grana giudiziaria per l'83enne: per aver simulato un sequestro di persona, rischia una denuncia per procurato allarme.

Leggi anche tutte le altre news nella nostra sezione notizie curiose!

Seguici sui nostri canali