Attualità
L'imposta sulla televisione

Canone Rai 2023: chi può chiedere l'esenzione entro il 31 gennaio 2023. Il modulo per fare richiesta

Anche nel 2023 rimarrà nella bolletta dell'energia elettrica. Gli over 75 possono però non versare un euro

Canone Rai 2023: chi può chiedere l'esenzione entro il 31 gennaio 2023. Il modulo per fare richiesta
Attualità 25 Gennaio 2023 ore 08:54

Il canone Rai 2023 sarà ancora in bolletta. Nonostante gli annunci di scorporo, anche per quest'anno l'obolo sulla televisione verrà ancora accorpato alla bolletta dell'energia elettrica. Ma non per tutti. C'è anche la possibilità di essere esonerati dal pagamento, ma servono alcuni requisiti. Ma bisogna fare in fretta. Ecco allora chi può chiedere l'esenzione entro il 31 gennaio 2023.

Come non pagare il canone Rai 2023

Inutile negarlo, il canone Rai è una delle tasse più odiate (se non la più odiata) dagli italiani. Lo dimostra il fatto che per "convincere" molti a pagarlo il Governo Renzi nel 2016 lo abbia inserito nella bolletta dell'energia elettrica, di fatto obbligando anche chi lo aveva sempre evaso a pagare. Un'operazione che ha permesso di recuperare parecchi soldi, ma che nel tempo è stata contestata dall'Europa, che aveva imposto lo scorporo.  Il Governo Meloni, però, ha deciso di proseguire almeno per quest'anno su questa strada, concedendo una proroga.

Ma c'è anche un modo per non pagarlo, anche se bisogna soddisfare alcuni requisiti.

Chi è esonerato dal pagamento del canone Rai 2023

Sono esonerate dal pagamento del canone alcune categorie di cittadini:

  • gli ultrasettantacinquenni con reddito non superiore a 8mila euro
  •  coloro che non detengono un apparecchio televisivo.

In tutti questi casi, chiunque risulti intestatario di un contratto di energia elettrica residenziale deve presentare una richiesta ad hoc  (qui trovate il modulo da scaricare e tutte le informazioni da parte dell'Agenzia delle entrate).

È possibile inoltre richiedere il rimborso nel caso di addebito non dovuto nel corso degli anni passati.

Le richieste di esonero e di rimborso possono:

  • essere spedite a mezzo del servizio postale in plico raccomandato, senza busta, all'indirizzo:Agenzia delle entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 - 10121 Torino(in tal caso va allegata copia di un valido documento di riconoscimento);
  • essere trasmesse, firmate digitalmente, tramite posta elettronica certificata all’indirizzocp22.canonetv@postacertificata.rai.it;

Canone Rai: chi può non pagarlo in bolletta

C'è poi chi può chiedere di pagarlo fuori dalla bolletta: si tratta dei pensionati con reddito inferiore a 18.000 euro annui.

Come spiega l'Inps, le trattenute di pagamento avvengono direttamente sulla pensione a partire dal gennaio successivo alla presentazione della domanda.

Seguici sui nostri canali