Attualità
Bollette

Bollette luce e gas: i fornitori potranno modificare i contratti. Cosa succede ora

Vale solo per gli accordi in scadenza. Per tutti gli altri rimane il blocco stabilito nel Decreto Aiuti bis.

Bollette luce e gas: i fornitori potranno modificare i contratti. Cosa succede ora
Attualità 22 Gennaio 2023 ore 15:38

Le società fornitrici di energia elettrica e gas potranno modificare i contratti, cambiando i prezzi, con conseguenze sulle bollette di luce e gas degli italiani. Dopo che il Governo aveva "congelato" gli aumenti in bolletta per i contratti in corso di validità fino al 30 aprile 2023. Dopo che l'Antitrust ha dato un'interpretazione inversa del provvedimento, il Consiglio di Stato è intervenuto per specificare che saranno bloccate solo le modifiche unilaterali, aggiornando la validità della norma fino al 30 giugno 2023. Saranno invece consentite le rimodulazioni di prezzo per i contratti in scadenza nel mercato libero.

Bollette energia e gas: il blocco degli aumenti

Con il Decreto Aiuti bis il Governo Draghi aveva dichiarato nulli gli aumenti in bolletta operati dalle società di fornitura di energia elettrica e gas. Una misura che era stata poi ribadita anche dall'Antitrust a ottobre, che aveva richiamato ufficialmente al rispetto delle regole alcuni tra i principali gestori che avrebbero applicato i rincari.

Qualche settimana fa, però, il Consiglio di Stato ha rimodulato la questione. In sostanza sono legittimi gli aumenti a scadenza di contratto,   quando comunicati entro i termini previsti dalla legge.

Cosa cambia per le bollette

Ma cosa cambia dunque per le nostre bollette? Nel Decreto Milleproroghe è previsto ancora il divieto di modifica unilaterale dei contratti per le forniture di luce e gas sino al 30 giugno 2023. Parliamo di quelli non scaduti o che non riportano una data di fine validità esplicita. Gli operatori del mercato libero potranno invece aumentare i prezzi dopo la scadenza naturale dei singoli accordi.

Dunque è bene che controlliate i vostri contratti e se sono in scadenza potrebbe essere il momento di dare un'occhiata alle offerte sul mercato (leggi qui come scegliere la tariffa migliore per le tue bollette).

Seguici sui nostri canali