Attualità
Il problema del nuovo servizio

Altro che account a pagamento: Twitter certifica come verificato... un falso profilo

Un utente si è finto Tobey Maguire, lo Spiderman della prima trilogia, annunciando il quarto capitolo e mandando in visibilio i fan.

Altro che account a pagamento: Twitter certifica come verificato... un falso profilo
Attualità 08 Novembre 2022 ore 12:31

Da quando Elon Musk ha acquistato Twitter si è scatenato un vero putiferio. Non solo il taglio drastico del personale che ha fatto discutere, rientrato in parte con il reintegro di alcuni dipendenti, ma ora anche le pericolose conseguenze di una nuova funzionalità che il Ceo di Tesla ha introdotto sul social dei "cinguettii": per pochi dollari al mese, infatti, è ora possibile acquistare la "spunta blu" dell'account verificato. Una circostanza che ha già svelato il lato negativo della medaglia grazie all'iniziativa di un utente: spacciandosi per l'attore Tobey Maguire, lo Spiderman della prima trilogia, ha annunciato online la fake news del quarto capitolo.

Account falso compra il verificato e si spaccia per Tobey Maguire

Dopo aver acquistato Twitter, Elon Musk si è messo subito al lavoro per dare una sua impronta personale alla piattaforma. In questo senso, infatti, il Ceo di Tesla ha introdotto una nuova funzionalità che, per otto dollari al mese, consente di acquistare la "spunta blu" dell'account verificato, utili per garantire l’identità del personaggio famoso di turno.

Come accaduto spesso per altre novità nell'ambito dei social media, anche in questo caso è stata rivelata la pericolosità di questo nuovo aggiornamento di Twitter. A svelare il lato oscuro di acquistare la "spunta blu" ci ha pensato Cade Onder, utente che su Twitter ha circa 150mila followers. La sua idea, definita poi come "esperimento", è stata quella di upgradare il suo profilo a verificato e cambiare il suo nome in quello di Tobey Maguire, l'attore famoso per il ruolo di Spiderman nella prima trilogia di Sam Raimi. Fatto questo, ha poi pubblicato un'immagine che ha spaccato la Rete.

Nelle finte vesti di Tobey Maguire, infatti, ha annunciato al pubblico l'uscita del quarto capitolo dello Spiderman di Sam Raimi.

"3 maggio 2024, Spiderman 4".

Poche e semplici parole che, nel giro di pochissimi minuti, grazie alla viralità di Twitter, hanno mandato in visibilio tutti i fan del supereroe che attendono con trepidazione il ritorno di Tobey Maguire nei panni dell'uomo ragno.

Ovviamente, a distanza di breve tempo, è stata svelata la verità dallo stesso Cade Onder che, tornato col suo nome utente reale, ha spiegato le ragioni del suo "esperimento".

"Lasciare che qualcuno sia considerato verificato senza verificare la sua identità diventerà un problema – ha successivamente scritto l’utente - Molte persone hanno creduto che fossi veramente Tobey Maguire e in un’ora ho guadagnato oltre 1.000 follower e decine di migliaia di mi piace".

La fallacità di un sistema che, se adottato da persone con secondi fini, può rivelarsi veramente pericoloso.

Dopo il licenziamento di massa, reintegrati alcuni dipendenti

Come affermato in precedenza, l'era targata Elon Musk su Twitter era cominciata con un ciclone: taglio di 3700 dipendenti e stop allo smart working. Una decisione veramente drastica che aveva fatto particolarmente discutere a riguardo.

Qualche giorno più tardi, però, il dietrofront: Twitter ha ricontattato decine di dipendenti che avevano perso il lavoro chiedendo loro di tornare. Alcuni di loro, infatti, erano stati licenziati per errore, altri erano stati mandati via prima che la direzione si rendesse conto che il loro lavoro e la loro esperienza potrebbero essere necessari per costruire le nuove funzioni del social media immaginate dal nuovo proprietario Elon Musk.

Seguici sui nostri canali